Venerdì 11 Aprile 2014 03:26

dc_logo_rgbIl Ministero dell'Economia e delle Finanze sceglie lo storage software defined di DataCore per modernizzare la propria infrastruttura storage 
La piattaforma per lo storage definito dal software di DataCore permette all'importante dicastero di ridurre i costi, migliorare la continuità operativa, salvaguardare gli investimenti e modernizzare l'infrastruttura IT (per il comunicato in PDF, cliccate qui)

Roma , 3 aprile 2014 - DataCore Software, principale fornitore di software per la virtualizzazione dello storage e di architetture per lo storage definito dal software, ha annunciato che il Ministero dell'Economia e delle Finanze italiano ha adottato la soluzione DataCore SANsymphony-V per migliorare la produttività e modernizzare la sua infrastruttura IT mission-critical. La piattaforma per lo storage definito dal software di DataCore è stata implementata per centralizzare la gestione dello storage e migliorare l'utilizzo di una vasta gamma di sistemi e dispositivi hardware per lo storage di differenti produttori, tra i quali EMC e HP. DataCore consolida e semplifica il provisioning delle risorse di storage, accelera significativamente le prestazioni e aggiunge elevata disponibilità, offrendo nuovi livelli di flessibilità sia al mix esistente sia ai futuri acquisti di dispositivi e sistemi di storage.

 

 

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze, conosciuto anche con l'acronimo MEF, è uno dei più importanti ed influenti dicasteri del Governo italiano, con la responsabilità dell'andamento economico e finanziario dello Stato. Al Ministero sono attribuite le funzioni e i compiti in materia di politica economica, finanziaria e di bilancio, programmazione degli investimenti pubblici, coordinamento della spesa pubblica e verifica dei suoi andamenti, politiche fiscali e sistema tributario, demanio e patrimonio statale, catasto e dogane, programmazione. Il Ministero ha anche responsabilità di coordinamento e verifica degli interventi per lo sviluppo economico, territoriale e settoriale e delle politiche di coesione.

 

All'interno del progetto di ottimizzazione e consolidamento dei data center IT, il MEF ha scelto la soluzione per lo storage definito dal software di DataCore con l'obiettivo primario di salvaguardare gli investimenti realizzati nel corso di molti anni sui diversi sistemi di storage, che vanno dagli EMC VMax agli EMC Centera, fino agli HP EVA. Inoltre, era fondamentale per il MEF snellire e centralizzare la gestione dello storage per aumentare la produttività e per mettere a disposizione, quando e dove necessario, spazi di archiviazione con elevata disponibilità nel giro di pochi minuti.

 

Dopo avere valutato diverse soluzioni, il MEF ha deciso per l'implementazione della soluzione di virtualizzazione dello storage di DataCore, ritenuta la più adatta per rispondere a tutti gli stringenti requisiti. La scelta del MEF per l'approccio allo storage definito dal software di DataCore è stata fatta sulla base di numerosi fattori, uno dei quali è la capacità di SANsymphony-V di trasformare lo storage in una risorsa disponibile trasversalmente che può essere organizzata in pool e utilizzata in modo più efficiente rispetto agli approcci SAN che partono dall'hardware, dove ogni sistema di storage diventa un'isola separata e inefficiente. Il software DataCore ottimizza anche l'utilizzo complessivo delle risorse e rende il provisioning dello storage dinamico e automatico: un processo rapido al posto di un'attività complicata e lenta, che in passato spesso richiedeva giorni, se non settimane, per essere completata.

 

I partner tecnologici PRES, importante system integrator italiano che da più di 25 anni progetta e realizza soluzioni ICT che trasformano l'innovazione tecnologica in vantaggio competitivo, e SpeedCrew, fornitore di soluzioni software autorizzato e formato da DataCore che dispone di un team altamente specializzato e che vanta una lunga storia di esperienza IT sul campo, hanno ideato e implementato il progetto.

DataCore SANsymphony-V è stato installato su quattro piattaforme server x86 standard, in modo da garantire ridondanza e protezione dei dati, offrendo al contempo la gestione centralizzata di oltre 200 TB di storage residenti su diversi sistemi EMC VMax, EMC Centera e HP EVA. Il MEF trarrà vantaggio anche dall'aggiunta di funzionalità storage avanzate di alto livello come il thin provisioning, il mirroring su area metropolitana, il caching adattativo ad alta velocità, la replicazione e l'auto-tiering, che potranno essere applicate sia allo storage esistente sia a quello che verrà acquisito in futuro.

 

Per garantire elevata disponibilità e continuità operativa viene eseguito il mirroring sincrono di tutti i dati importanti attraverso edifici e dipartimenti tra i nodi DataCore. Quando un server non è disponibile, i restanti nodi rilevano i carichi di lavoro (auto-failover) fino a quando il sistema non è nuovamente disponibile e automaticamente risincronizzato (auto-failback). Per accelerare le prestazioni del sottostante hardware, DataCore sfrutta la memoria ad accesso casuale (RAM) presente in ciascun nodo. Questo permette un rapido caching "in memory" ad alta velocità che accelera i carichi di lavoro delle applicazioni critiche del MEF. DataCore ha anche semplificato al MEF la possibilità di scalare e far crescere dinamicamente lo storage permettendo di aggiungere hardware di qualunque fornitore, modello o tecnologia, incluse eventuali risorse SSD flash.

 

"Abbiamo scelto Datacore perché volevamo una soluzione che permettesse al MEF di modernizzare e virtualizzare lo storage e l'infrastruttura IT senza obbligarci a un legame con specifiche tecnologie o fornitori di hardware," commentano gli addetti ai lavori del MEF. "Questo ci garantisce flessibilità, scalabilità e libertà di scelta. Nell'eventualità di dover incrementare e adeguare l'ambiente alle necessità di archiviazione e gestione dei dati, SANsymphony-V ci permette di scegliere sul mercato la proposta tecnica più adeguata e innovativa. DataCore non solo riduce i costi legati allo storage consolidandone la gestione, ma ci mette anche in grado di acquistare hardware meno costoso e ci permette di salvaguardare gli investimenti già realizzati. In più, il layer della nostra infrastruttura definito dal software ci offre la flessibilità di ottimizzare qualunque cosa decidiamo di utilizzare e ci consente di tornare ad acquistare storage al miglior prezzo permettendoci di far fronte alle nostre esigenze di crescita."

 

Informazioni su DataCore Software

DataCore Software è un'azienda leader nello storage definito dal software. Il suo software per la virtualizzazione dello storage permette alle organizzazioni di gestire e scalare in modo trasparente le architetture per lo storage dei dati, offrendo enormi incrementi prestazionali a una frazione del costo di soluzioni offerte dai fornitori di sistemi proprietari di hardware per lo storage. Adottata in 10.000 siti di clienti di tutto il mondo, la tecnologia adattativa e capace di auto-apprendere e ripararsi di DataCore elimina le difficoltà legate ai processi manuali per ottenere risparmi significativi, maggiore utilizzo, disponibilità più elevata e prestazioni superiori negli ambienti di storage. Maggiori informazioni sono disponibili all'indirizzo www.datacore.com.

 

# # #

DataCore, il logo DataCore e SANsymphony sono marchi o marchi registrati di DataCore Software Corporation. Altri prodotti, nomi di servizi o loghi DataCore citati in questo documento sono marchi registrati di DataCore Software Corporation. Tutti gli altri prodotti, servizi e nomi di aziende citati in questo documento possono essere marchi registrati dei rispettivi proprietari.

 

Ufficio Stampa Italia

Cynthia Carta Adv.

Via Fratelli Galliari, 22 - 24047 Treviglio (BG)

Tel. 0363563244 Fax 0363560278

Mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

www.cynthiacartaadv.it

Ultimo aggiornamento Venerdì 18 Aprile 2014 21:35