Lunedì 05 Dicembre 2011 18:48

lsiIl tiering negli ambienti di storage RAID
Di Kimberly Robinson, Performance Engineer, LSI Corporation (per l'articolo completo in formato PDF cliccate qui)


Con l’avvento della tecnologia dei dischi a stato solido (SSD), l’abbattimento dei costi delle memorie volatili ad alta velocità, il basso costo delle unità SATA e l’affidabilità dei prodotti SAS, l’organizzazione ottimale e l’integrazione delle nuove tecnologie di storage sono diventate più complicate.
Oggi esiste infatti l’opportunità di collocare i dati “hot”, ad accesso più frequente, su supporti più veloci e con tempi di latenza più contenuti, lasciando invece i dati a cui si accede raramente su supporti con tempi di latenza più elevati e dai costi più bassi.
Con una tale scelta a disposizione dei professionisti IT, la possibilità di utilizzare in modo innovativo metriche legate ai costi, alle prestazioni e alla capienza per determinare la collocazione ideale dei dati utente costituisce una grande opportunità.
In questo articolo vedremo come la gestione a livelli (tiering) dello storage possa aumentare in modo significativo le prestazioni e l’affidabilità in ambienti di storage misto, andando ad affiancarsi e a migliorare la cache del sistema operativo host ottimizzando al contempo i costi. (...continua)

Ultimo aggiornamento Lunedì 05 Dicembre 2011 19:05